Per realizzare la mia reinterpretazione grafica dell’opera di Boccioni “Stati d’animo 1. Gli Addii”, ho scelto di ‘scomporla’ suddividendola in fasce che poi ho ricomposto in senso contrario andando da sinistra verso destra. Ogni fascia è realizzata con la tecnica del puntinismo. Dopodiché su di esse ho posto tre riquadri: due dei quali, sono un’analisi dell’opera nelle sue linee e nelle sue forme, nel terzo invece, ho roportato come punto focale solo il numero della locomotiva, ed infine il riquadro che riporta la copia dell’opera originale.
Il risultato finale è una tavola dalle dimensioni di 50×70 cm che vuole rappresentare ed evidenziare su carta, l’analisi dell’opera. 

©Statile
©Statile

 

____________________

Per conoscere quest’opera di Boccioni, vi lascio il video a cura di Artesplorando:
Umberto Boccioni – Stati d’animo. Quelli che vanno | storia dell’arte in pillole

Umberto Boccioni, Stati d’animo 1. Gli Addii,1911, olio su tela 70,5×96,2 cm. Moma, New York

È consentito l'utilizzo dei contenuti previa indicazione della fonte

Ti potrebbe piacere: