Autore: Mariapia

In attesa di un soffio di vento

Le balle di fieno sembrano grosse biglie adagiate con delicatezza nella campagna in attesa che un soffio di vento le faccia rotolare
(Fabrizio Caramagna)

Qualche mese fa ho scattato delle foto assieme alla mia jackina in un campo con le balle di fieno: uno scenario meraviglioso!
Vi mostro gli scatti qui di seguito:

Il Treno di Pio IX

Ciao Amici,
con le mie fotografie vi porto a fare un tour nella Sala Caldaie 2 della Centrale Montemartini per mostrarvi i vagoni del Treno di Pio IX.

La c.d. “balconata” costituisce il primo vagone e aveva funzione di loggia per le benedizioni. Si presenta infatti, terrazzato con balaustre ai lati, riccamente decorato sia all’interno che all’esterno, con fregi, foglie, girali di fiori, dorature, stelle e velluti.

 

La sontuosa Cappella situata al terzo vagone, nella quale il Papa celebrò anche messa durante i suoi viaggi.
L’esterno è decorato con tre angeli che rappresentano Fede, Speranza e Carità, assieme a quattro grifoni agli angoli, il tutto rivestito di rame argentato e dorato.

Dove si trova:
Centrale Montemartini,
via Ostiense 106 – 00154 Roma  
Tel. 060608 – www.centralemontemartini.org/

                                                                                                                                                                                                                                              Arrivederci alla prossima destinazione!

Sitografia di riferimento:
www.centralemontemartini.org – Sala del Treno di Pio IX
www.museiincomuneroma.it – Mic Card
Pio IX papa in Enciclopedia Treccani, s.v.

Una passeggiata a Piazza del Popolo

Ciao Amici!
Una domenica pomeriggio dei primi giorni di febbraio sono stata in centro, precisamente nella stupenda e scenografica Piazza del Popolo e ho scattato qualche foto!

Eccole qui:

 

 

Lo sapevate che la luce di un lampione lampeggia ogniqualvolta nasce un bimbo al Policlinico Gemelli?

Se proseguite lungo via del Corso, vi consiglio di fermarvi da Gino: per assaporare una pizza bianca superlativa con la mortadella oppure, con Nutella!

Sempre lungo via del Corso, potete ammirare le opere di Franko Gemello che realizza in estemporanea!        

Lo trovate anche su instagram: @frankogemello  e facebook @franko.gemello       

Come avrete notato, ho voluto creare una sorta di tour virtuale di questa meravigliosa piazza attraverso le mie fotografie, così come l’ho osservata io.
Quindi, per tutto quello che riguarda i lineamenti storici e le info in riferimento, le trovate nella sitografia di seguito:

www.romasegreta.it – “Piazza del Popolo”  
www.10cose.it – “Piazza del Popolo a Roma”
turismoroma.it – “Piazza del Popolo” 
www.sovraintendenzaroma.it – “Fontana dei Leoni in Piazza del Popolo”  
www.mediterraneoantico.it – “Gli obelischi egizi a Roma: l’Obelisco Flaminio” 
www.sovraintendenzaroma.it – “Fontana della Dea Roma in Piazza del Popolo” 
www.sovraintendenzaroma.it – “Fontana sarcofago”  
www.sovraintendenzaroma.it – “Fontana del Nettuno” 
www.smariadelpopolo.com
museodavinci.it – Museo Leonardo da Vinci – Piazza del Popolo
www.osservarcheologia.eu – “Alla scoperta del genio di Leonardo da Vinci”  
www.policlinicogemelli.it – “Ai nati oggi”, si accende l’opera di Alberto Garutti 

 

 

Arrivederci alla prossima destinazione!

Come ho modificato un vecchio armadio

Ciao Amici!

In questo post, vi mostro come ho modificato un vecchio armadio che avevo nella piccola casa dove abitavo appena mi sono trasferita a Roma.
Come vedete in foto, si tratta di un armadio a muro composto da 4 ante lunghe e 4 sovrastanti più piccine dato che, al momento della sua realizzazione, hanno deciso di sfruttare tutto lo spazio disponibile. Infatti, trovandosi in una mansarda, il profilo superiore si presenta obliquo poichè segue il tetto a spiovente.
Il colore è ciliegio con pomelli in ottone. 

Per prima cosa ho svitato i pomelli e poi ho lavato le superfici con un panno inumidito in acqua con un goccio di sgrassatore.
A questo punto ho segnato dove applicare la carta adesiva bianca, che ho acquistato in rotoli dalle misure standard: larghezza 45 cm per una lunghezza di 2 m. 
Per far sì che il lavoro risultasse preciso e senza segni di giuntura, ho scelto di utilizzare il rotolo in senso orizzontale sfruttando la fortuna di avere la larghezza totale dell’armadio inferiore ai 2 metri dell’intero rotolo! In questo modo ho realizzato 5 fasce totali di diverse ampiezze e alternate alla superficie originale in ciliegio in modo da slanciare la decorazione stessa.
Dopodiché ho applicato le magnolie sulla fascia centrale più ampia con gli uccellini che richiamano quelli nella parte superiore della facciata con rametti.
Infine, ho scelto di non inserire i pomelli optando per un profilo lineare così da creare l’illusione che non vi fossero ante di un armadio bensì un disegno a parete.

Cosa serve:
– carta adesiva 
– decorazioni adesive
– straccio
– matita
– riga e squadrette

Informazioni utili:
La carta adesiva l’ho acquistata dal ferramenta vicino casa ma è disponibile anche nei negozi di bricolage e belle arti come nella grande distribuzione (vedi ad esempio Leroy Merlin).
Le decorazioni adesive con magnolie, uccellini e ramnetti, le comprai all’Ikea ma nel lontano 2015. Attualmente non sono più disponibili ma ne trovate di altro tipo comunque carine dando un’occhiata sul loro sito alla voce “decorazioni autoadesive”. 

Consigli tecnici:
Prima di applicare la carta adesiva assicurati che la superficie sia pulita e asciutta.
Per applicare la carta srotola solo una piccola porzione per volta aiutandoti con uno straccio come se fosse una sorta di spatola al fine di eliminare l’aria.
Una volta attaccata la carta, se vi si presentano delle bollicine d’aria potete eliminarle praticando dei leggeri forellini con uno spillo piccolissimo e contemporaneamente fare una leggera pressione con lo straccio. 

Consiglio alternativo:
Per i pomelli potete sceglierne anche di forme diverse ma a questo punto dovrete misurare e forare l’anta prima di attaccare la carta, oppure applicare gli stessi pomelli magari riverniciati, oppure in versione originale. 

Arrivederci alla prossima idea creativa!

Compleanno a Viterbo

Cari Amici,
in occasione del mio compleanno, il 26 ottobre del 2019, ho deciso di regalarmi assieme alla mia famigliola, un week end per visitare la bellissima città di Viterbo.
Una città facilmente accessibile e fruibile senza stress! Infatti, trovate un comodo parcheggio gratuito fuori le mura con tanto di ascensore che conduce poi in Piazza San Lorenzo, e i nostri amici a 4 zampe sono ammessi in quasi tutti i locali nonché nella Viterbo sotterranea. 
Per il pernottamento abbiamo scelto il B&B Le Pozze situato su di una collina tra ulivi e alberi da frutto a circa 8 km da Viterbo, 10 minuti di macchina, dove ci siamo trovati benissimo e assaporato una ricca colazione golosa con prodotti fatti in casa, all’ombra di un gazebo di piante fiorite. 

Di seguito, vi mostro alcune fotografie del nostro tour! 

Piazza San Lorenzo con la Cattedrale di San Lorenzo

 

 

Il Palazzo Papale

 

 

Palazzo Farnese e i resti delle mura etrusche

 

Chiesa S. Maria Nuova in Viterbo

 

Fontana del Gesù

 

“The Awakening” opera di John Seward

 

 

Viterbo sotterranea

 

Palazzo dei Priori

 

Alcuni scorci del centro storico

 

Street Food da Tony Crock
Uno dei tanti locali dove ho mangiato benissimo e mi sono sentita a casa date le origini partenopee del proprietario!

 

 

 

Amici, arrivederci alla prossima destinazione!

 

Sitografia con le info di riferimento:
https://visit.viterbo.it/
www.italia.it – Viterbo
www.lepozze.it
Bibliografia:
“Viterbo e dintorni” in AA.VV., Guide Rosse del Touring Club Italiano, Lazio, Milano 2007, pp. 248 – 332.

Appuntamento al tavolo!

Ciao Amici!

Volevo qualcosa di particolare e unico per il mio giardino e allora ho deciso di valorizzare il tavolo in legno con le relative quattro sedie acquistato tempo fa (modello “askholmen”) con un’idea pratica e poco dispendiosa.
Innanzitutto, ho passato sull’intera superficie il mordente protettivo per il legno da esterno (mordente “Varda”) e ho lasciato asciugare per più di un giorno. Così facendo ho rafforzato il legno e al contempo, ho ottenuto una finitura coloranta più intensa.
Poi, con lo smalto ad acqua di colore giallo sotto forma di pennarello, ho realizzato le stelline e la scritta “Se tu vieni, per esempio, tutti i pomeriggi, alle quattro, dalle tre io comincerò ad essere felice” tratta dal magnifico romanzo de “Il Piccolo Principe”.
Ho scelto questa come frase visto che il tavolo in sè rappresenta un momento di incontro e convivialità.
Le stesse stelline presenti sulla superficie le ho realizzate anche sulla spalliera della sedia. 

Cosa vi serve:
– mordente protettivo per legno da esterno
– pennello
– mascherina 
– pennarello smalto ad acqua

Info utili:
Il pennarello di smalto ad acqua lo trovate presso negozi di fai da te della piccola e grande distribuzione, oppure in ferramenta specializzate. 

Consigli tecnici:
Vi consiglio lo smalto ad acqua perchè è inodore e si asciuga rapidamente. 
Assicuratevi che la superficie sia asciutta e pulita prima di passare il mordente.
Quando passate il mordente sulla superficie indossate una mascherina, soprattutto se eseguite l’operazione in un ambiente chiuso.

Consiglio alternativo:
Potete utilizzare lo smalto per le unghie e sbizzarrirvi in decorazioni ad esempio, crando come delle piccole tesserine che formano un mosaico, oppure, con un pennello dalla punta sottile, realizzare fiori o ancora, degli arabeschi aiutandovi con degli stencil.

Arrivederci alla prossima idea creativa!